"Gentili lettori, viste le attuali disposizioni dovute all'emergenza sanitaria in corso, abbiamo ritenuto opportuno optare il più possibile per il telelavoro, riducendo all'essenziale il sistema di spedizioni interno.
Continueremo a offrirvi il servizio di spedizione, ma la consegna potrebbe subire ritardi rispetto al solito.
Vi chiediamo la cortesia di garantirci la vostra presenza a ricevere gli ordini anche per rispetto ai corrieri che in questo momento difficile continuano a svolgere il loro lavoro e, ove possibile, preferire l'acquisto dei formati digitali rispetto al cartaceo.
Certi della vostra comprensione vi auguriamo i nostri più sentiti saluti."

×
Luciano Allegra, Marcella Moretto
Che storia è questa
Gli adulti e il passato
anno di pubblicazione 2018

cartaceo 320 pp

9788867891054 19,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788867891054)

pdf 1.1 MB

9788867891061 GRATIS
aggiungi al carrello (cod: 9788867891061)

L’Impero Romano, il Rinascimento, il Risorgimento e l’Unità d’Italia, Mussolini e il Ventennio fascista, la Seconda Guerra Mondiale, la Costituzione, la politica in Italia dal dopoguerra a oggi, ma anche la nascita delle industrie, il mito degli ‘Italiani, brava gente’, la Guerra Fredda, le grandi migrazioni, la diffusione degli elettrodomestici, l’evoluzione dei mezzi di trasporto, l’emancipazione delle donne.
Che cosa sanno gli italiani del loro passato più o meno recente?
La ricerca prende in esame le risposte fornite a un questionario da un campione composto da più di cento persone di ogni età, sesso, professione. Sedici domande, nessuna volta a scandagliare la conoscenza nozionistica di date e nomi; e nessun intento di sottolineare le perle nere, gli strafalcioni, l’ignoranza delle basi fondamentali del nostro vivere civile. Se però si scopre che meno del 10% degli intervistati ha aperto la Costituzione, e che molti di coloro che l’hanno fatto si sono limitati al fatidico primo articolo, ciò significa che qualcosa, nella trasmissione del sapere, non ha funzionato. Non è tuttavia questo il dato più inquietante. La cosa più stupefacente è che la conoscenza e la coscienza del nostro passato decrescono con l’età. I giovani, mediamente molto più acculturati delle classi d’età superiori, denunciano deficit e lacune imbarazzanti, pari a quelle dei più anziani con un bassissimo indice di scolarità. Sul banco degli accusati torna ancora una volta la scuola, intesa non come comunità di maestri e professori, in genere impegnati a dare il meglio di sé, ma come organismo umiliato dalla crescente disattenzione e dal pressapochismo della classe politica recente.

1. Le conoscenze degli adulti
2. Il questionario
3. Il campione
4. La conoscenza della storia remota, dall’antichità al Settecento
5. La conoscenza della storia contemporanea, dal Risorgimento alla Seconda Guerra Mondiale
6. La conoscenza della storia recente, dal dopoguerra ai giorni nostri
7. Passato e presente: la Costituzione
8. Passato e presente: “Italiani: brava gente!”
9. Passato e presente: la condizione della donna
10. Conclusioni

APPENDICE
Il questionarioLe interviste