Carlo Boccazzi Varotto, Daniela Gaiara, Anna Gasco, Veronica Pia, Tiziano Picca Piccon
Il rogo delle bambine
La tragedia del lavoro dimenticata di Rocca Canavese
Prefazione di Maura Fassio
Introduzione di Barbara Berruti
Postfazione di Margherita Giacobino e Maurizia Vittone
anno di pubblicazione 2024

cartaceo 120 pp

9788867892747 12,00 €
aggiungi al carrello (cod: 9788867892747)

La mia prozia Ninin da vecchia ricordava la sua fame di bambina e la tanta fatica per un po’ di patate e castagne. A 11 anni da Rocca era scesa a Ciriè insieme a qualche parente più anziana per lavorare nella tessitura. A suo tempo la Phos non c’era ancora. Ninin era del ’91, se fosse nata 10 o 15 anni più tardi, magari sarebbe andata a lavorare lì. Nel 1924 nessuno della famiglia abitava più in paese. Della fabbrica dei fiammiferi non me ne hanno mai parlato… forse non volevano impressionarmi con un racconto terribile.
Margherita Giacobino

Prefazione
di Maura Fassio

Introduzione
di Barbara Berruti

Il terribile scoppio
di Carlo Boccazzi Varotto

Immagini del disastro

Lurétre
di Anna Gasco

Quel dì del 15 marzo
di Daniela Gaiara e Tiziano Picca Piccon

Primule bianche
di Veronica Pia

Postfazione
di Margherita Giacobino e Maurizia Vittone

Carlo Boccazzi Varotto si è occupato principalmente di storia dell’impresa, della tecnologia e dei media. Da molti anni si dedica alla ricerca economica, ha collaborato con importanti aziende e istituzioni, tra cui IRES, De Agostini, Mondadori, Rai, Barilla e Toyota, oltre a numerosi centri di ricerca. Dirige il premio Fabermeeting che favorisce il rapporto tra creatività, impresa e innovazione e la non-profit Hackability.


Daniela Gaiara, laureata in Dialettologia, insegnante in pensione, legata per origini familiari, matrimonio e amicizie al paese di Rocca Canavese, si è impegnata nel tempo a raccogliere frammenti di storia locale. Fondatrice del Comitato Amici di Santa Croce negli anni ’90, si è adoperata con dedizione e fervore per la salvaguardia della medievale Cappella Oratorio del Castello, oggi spazio aperto per eventi culturali.


Anna Gasco, scrittrice, sceneggiatrice, regista (Le rose blu, La guerra alla guerra, Tutto è possibile), ricercatrice storica (per Aned e Istoreto), attraversa da sempre linguaggi diversi nel tentativo di dare voce a chi ne è stato privato.


Veronica Pia, laureata in pittura e illustrazione presso la Libera Accademia d’Arte Novalia (CN), ha conseguito il master d’incisione e grafica d’arte presso la Fondazione «Il Bisonte» di Firenze. Illustratrice freelance, è autrice e illustratrice di La Reine du Fado (Carnet d’Or, Parigi 2022), Tutto Cambia, Tutto Rimane (Oso Melero edizioni, Padova 2023), Noah e le Avanguardie del ’900 (Libri Volanti, Pisa 2023) e Il Gallo della foresta (Ideestorte Paper, Palermo 2024).


Tiziano Picca Piccon, storyteller, copywriter, esperto di comunicazione, dopo la Laurea in Lettere Moderne con una tesi in Storia Contemporanea, insegna per 15 anni Lettere e Storia presso diversi istituti scolastici della provincia di Torino e di Aosta. Nel frattempo approfondisce la passione per la comunicazione e la storia conseguendo il Master in Public History presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Oggi studia strategie, forme e mezzi di comunicazione per aziende, professionisti, non-profit e per eventi culturali, trasmettendo valori, storie, passioni, obiettivi. Nel tempo libero continua a occuparsi di ricerca storica e di memoria locale.